Il Ceta visto da un supermercato canadese

17 luglio 2017

Arrivato in Canada per una missione istituzionale del Parlamento, ne ho approfittato per fare un giro in un supermercato e vedere coi miei occhi la realtà dei prodotti italiani (e presunti tali) venduti oggi in questo paese.

Ecco cosa ho trovato: “Mozzarella”, “Provolone”, “Parmesan”, “Asiago”, “Fontina” made in Canada, ma anche tanti prodotti italiani veri. Segno che c’è grande interesse per i nostri prodotti tipici, ma nessuna garanzia in loro difesa.

Con l’approvazione del #Ceta, invece, saranno protette 41 indicazioni geografiche italiane, le principali, che rappresentano oltre il 95% del nostro export agroalimentare in Canada.  

Grazie a questo accordo, i falsi che oggi abbondano nei supermercati avranno vita dura, a tutto beneficio dei veri prodotti italiani che godranno dell’abbattimento dei dazi e che saranno più competitivi in un mercato che li richiede sempre di più.