Approvato il Programma per il Mercato Unico!

Approvato il Programma per il Mercato Unico!

Approvato il Programma per il Mercato Unico! 4000 2667 Nicola Danti

Martedì il Parlamento europeo ha approvato con 520 voti a favore il “Single market programme” (il Programma relativo al mercato unico, alla competitività delle imprese e alle statistiche europee per il periodo) per il periodo 2021-2027, di cui sono relatore.

Questo provvedimento mira a promuovere un approccio integrato e strategico per un miglior funzionamento del mercato unico che avrà ricadute molto positive sia per le imprese che per i cittadini europei. Vi spiego perché.

Innanzitutto, perché abbiamo previsto un forte rafforzamento degli obiettivi e delle azioni del Programma, così come delle risorse per metterli in pratica , aumentando la dotazione finanziaria generale da 4 a più di 6 miliardi,. Di questi, ben 3 miliardi saranno dedicati al programma COSME rivolto PMI e microimprese (con un raddoppiamento delle risorse rispetto alla dotazione 2014-20). Come noi italiani sappiamo bene, le piccole e medie imprese sono l’asse portante del sistema economico e produttivo europeo. Siamo inoltre riusciti ad inserire nel testo finale una specifica linea di finanziamento per rafforzare le attività di sorveglianza del mercato e della sicurezza dei prodotti (altro dossier di cui sono relatore), con particolare attenzione a quelli venduti online. Questo significa poter disporre di più risorse per difendersi dalla concorrenza sleale dei prodotti provenienti dai mercati extra-europei, cinesi e non solo.

Ulteriori specifici finanziamenti sono previsti anche per garantire la sicurezza alimentare dei cittadini europei: i recenti incidenti, come la contaminazione delle uova da Fipronil nel 2017 e l’influenza aviaria, hanno dimostrato che prevenire le crisi sanitarie transfrontaliere e quelle alimentari è una priorità per il buon funzionamento del mercato interno. Proprio con questo obiettivo, abbiamo previsto misure specifiche per far fronte a situazioni di emergenza che incidano sulla salute degli animali o delle piante (ad esempio i casi del cinipide del castagno e della xylella degli ulivi) in modo più rapido ed efficace.

Con il testo approvato, il Parlamento ha assunto una posizione chiara ed ambiziosa a favore del nostro sistema produttivo e dei cittadini europei, per garantire la sicurezza della filiera alimentare, tutelare la salute delle persone e rafforzare la fiducia dei consumatori, tenendo conto delle sfide portate da digitalizzazione e globalizzazione

Insomma, possiamo dire che l’obiettivo di fondo che ci eravamo prefissati è stato raggiunto: risorse adeguate che permettano ai cittadini di sentirsi sempre più sicuri e alle aziende di crescere senza doversi preoccupare troppo dalla concorrenza sleale. Ora la palla passa al Consiglio… Speriamo che i governi nazionali sappiano portare avanti il dossier secondo gli stessi princìpi.

Preferenze Privacy

Quando si visita questo sito, è possibile che le informazioni nel browser vengano archiviate da servizi specifici, in genere sotto forma di cookie. Qui puoi cambiare le tue preferenze sulla privacy. Il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza su questo sito e sui servizi che siamo in grado di offrire.

Leggi la Privacy Policy

Per ragioni di performance e sicurezza il sito utilizza Cloudflare
necessario
Abilita/disabilita Google Analytics
Abilita/disabilita Google Fonts
Abilita/disabilita video incorporati

Il sito utilizza cookies. Imposta le tue preferenze sulla Privacy e/o accetta l'utilizzo dei cookies.