Pensare Europei #38: Inizia la battaglia contro i sovranisti

Pensare Europei #38: Inizia la battaglia contro i sovranisti

Pensare Europei #38: Inizia la battaglia contro i sovranisti 474 354 Nicola Danti

Ciao, ben ritrovati.
È stato un mese piuttosto frenetico, come al solito tra l’Italia, Bruxelles e Strasburgo, dove si è appena conclusa la settimana di plenaria del Parlamento. In coda, i bandi più interessanti scelti per voi.

1. La “manovra del popolo”… la paga il popolo.

Nicola Danti

Ormai abbiamo capito il “gioco” al quale stanno giocando Salvini e Di Maio: vogliono fare la guerra all’Europa col pretesto di una manovra che non aiuta l’Italia ma fa solo saltare i nostri conti pubblici. Vogliono isolarci e indebitarci ancora di più, recuperando qualche briciola col condono fiscale per gli evasori. In due parole, sono dei ladri di futuro. Dopo il caso Acquarius – sulla pelle di 58 migranti – la manovra è il secondo atto dell’unica battaglia che davvero interessa a questo governo: quella contro l’Europa. Il nostro timore è che l’uscita dall’euro e la disgregazione dell’Ue non siano il loro “Piano B”, ma il loro “Piano A”. Del resto l’ideatore di questo piano, il ministro Savona, si è già assicurato una propria personale via d’uscita, portando i propri risparmi in Svizzera. Quando l’ho finalmente incontrato in Parlamento europeo, gli ho chiesto con quali alleanze intende portare avanti la politica italiana in Ue: se con Orban, Kurz e coi paesi di Visegrad da sempre ostili agli interessi del nostro paese, ad esempio… ma non ho ricevuto risposta. Come ho scritto qui, in realtà la cosiddetta “internazionale sovranista” che Salvini si candida a guidare alle prossime europee non è altro che un’accozzaglia di nazionalismi ed è destinata a infrangersi presto, come dimostrano le parole dell'”amico” Kurz sulla manovra italiana.

2. L’Europa in pericolo.

Nicola Danti

Spostando lo sguardo oltre i nostri confini nazionali, appare chiaro che mai come oggi l’Unione europea è sotto attacco da parte di forze che più o meno apertamente, dall’interno e dall’esterno, lavorano per la sua disgregazione. Servirà tutta la nostra determinazione per opporci a questo disegno, visto che altre famiglie politiche stanno oggi tradendo la propria tradizione europeista. Mi riferisco al capogruppo del PPE Weber, che adesso dà ragione a Salvini sull’immigrazione, ponendosi in posizione di subalternità culturale rispetto alla destra populista e xenofoba. Dal canto suo, il governo italiano si sta caratterizzando sempre di più come una pedina nelle mani di potenze ostili, come dimostrano i recenti viaggi del Ministro dell’Interno e del Presidente del Consiglio a Mosca. Conte è apparso per quello che è: un presidente disperato che sta mettendo l’Italia nelle mani del maggior nemico dell’Europa. L’Italia è ancora più sola e umiliata: chi ha a cuore il suo futuro e il futuro dell’Unione deve reagire, ora.

 

3. Col Pd e col Pse (ma non solo) per combattere i sovranisti.

Nicola Danti

Di fronte a questo scenario c’è bisogno di unire le forze e darsi da fare. Il Partito Democratico è una comunità grande e viva, a dispetto di quello che dicono certi commentatori. Lo abbiamo dimostrato qualche settimana fa nella grande manifestazione in Piazza del Popolo contro il “Governo del cambiamento… in peggio”, ma lo abbiamo dimostrato anche in Toscana, grazie alle oltre 45.000 persone che il 14 ottobre hanno partecipato al congresso regionale del PD (buon lavoro alla collega e amica Simona Bonafè!). Tuttavia, come ho scritto su Democratica, abbiamo bisogno di creare un’alleanza politica più larga possibile. Ciò che serve adesso è costruire ponti, non recinti. Se – come Socialisti e Democratici – sapremo essere il motore del fronte in difesa dell’Ue, avremo la possibilità di determinare le priorità della ricostruzione europea. Anche di questo abbiamo parlato la scorsa settimana alla 9° edizione della Leopolda, la più partecipata di sempre.

Leopolda 9

 

Davvero tante persone e soprattutto tante idee al mio tavolo sull’Europa. Più in generale, la Leopolda è stata anche quest’anno una bella occasione per tornare a parlare di futuro, un tema che non sembra stare molto a cuore agli attuali governanti.

4. La nostra risposta alle bugie di Foa.

Nicola Danti

Sulle falsità che il Presidente della Rai Foa ha rivolto contro gli eurodeputati del Partito Democratico si esprimerà un giudice. E Foa dovrà pagare, questo è sicuro. L’ho detto lunedì in aula, in apertura di seduta, chiedendo inoltre al presidente del Parlamento di difendere la dignità e l’integrità dei suoi membri da attacchi vergognosi come questo.

5. La Ue contro le pratiche commerciali sleali.

Nicola Danti

In conclusione una buona notizia: dopo il passaggio in commissione Mercato interno, dove ho lavorato per migliorarne il testo, la nuova Direttiva sulle pratiche commerciali sleali è stata approvata anche dalla commissione Agricoltura del Parlamento europeo. Con questo testo introdurremo una lista di pratiche commerciali scorrette da mettere al bando in tutta l’Ue, aiutando gli operatori agricoli, le piccole imprese ed i consorzi a migliorare la loro posizione negoziale nei confronti dei grandi operatori della filiera agroalimentare. Più sicurezza a tavola, più tutele per gli agricoltori europei!

 

P.S. Grazie agli amici del Chianti Economic Forum che mi hanno invitato lo scorso 11 ottobre alla prima edizione di questa bella conferenza. Come ho detto parlando di sostegno alle produzioni di qualità e difesa dalla concorrenza sleale, solo l’Europa può dare all’economia dei nostri territori gli strumenti in più per competere a livello globale.

Un abbraccio,
Nicola Danti

 

BANDI E OCCASIONI DALL’EUROPA, QUESTO MESE VI SEGNALO LE SEGUENTI OPPORTUNITÀ:

Nicola Danti

1. COSME – Sostegno a consorzi per appalti pubblici di innovazione.
Bando con il quale la Commissione intende rafforzare la competitività e la sostenibilità delle imprese europee, in particolare PMI, attraverso il sostegno a consorzi che promuovano appalti pubblici di innovazione. Scadenza: 11/12/2018. Per tutte le Qui per tutte le info e per partecipare.

 

2. Azioni Urbane Innovative: 4° bando.
L’obiettivo di queste Azioni, sostenute dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), è aiutare le città a identificare soluzioni inedite e innovative per rispondere alle sfide che interessano le aree urbane. Scadenza: 31/01/2019. Qui per tutte le info e per presentare una proposta.

 

3. “Horizon Prize for Social Innovation”: premi in denaro per soluzioni innovative che migliorano la mobilità delle persone anziane.
La scadenza per presentare candidature è il 28 febbraio 2019. Qui per tutte le info, i dettagli e per presentare una candidatura.

 

4. Europa Creativa – MEDIA: “Sostegno ai festival cinematografici”.
È stato aperto il bando per il 2019 (riferimento: EACEA/32/2018) per il sostegno a festival cinematografici. Le scadenze per la presentazione di progetti sono le seguenti: 20/12/2018; 7/05/2019. Per tutte le info e per presentare un progetto:

 

Preferenze Privacy

Quando si visita questo sito, è possibile che le informazioni nel browser vengano archiviate da servizi specifici, in genere sotto forma di cookie. Qui puoi cambiare le tue preferenze sulla privacy. Il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza su questo sito e sui servizi che siamo in grado di offrire.

Leggi la Privacy Policy

Per ragioni di performance e sicurezza il sito utilizza Cloudflare
necessario
Abilita/disabilita Google Analytics
Abilita/disabilita Google Fonts
Abilita/disabilita video incorporati

Il sito utilizza cookies. Imposta le tue preferenze sulla Privacy e/o accetta l'utilizzo dei cookies.