Pensare Europei #41: Cos’è successo questo mese?

Pensare Europei #41: Cos’è successo questo mese?

Pensare Europei #41: Cos’è successo questo mese? 582 237 Nicola Danti
Ciao, ben ritrovati.

È stato un gennaio pieno di impegni e non vedo l’ora di aggiornarvi sulle novità e sul lavoro svolto in questo mese. Andiamo come sempre per punti, prima di segnalarvi le più interessanti opportunità dall’Europa.

1. CONTRO IL GOVERNO DELLA PAURA E DELLE BUGIE.

Nicola DantiGiorno dopo giorno il governo Salvini-Conte-Di Maio continua a minare la credibilità del nostro paese. Il loro “gioco” ormai è chiaro: ogni giorno sono costretti a sventolare un nemico nuovo per coprire i propri fallimenti. Nelle ultime settimane si sono “distinti” per aver cacciato i comici dalla Rai, schedato gli scienziati, rifiutato l’accoglienza a donne e bambini nel Mediterraneo, e per aver aumentato tasse e disoccupazione. In pratica, 5 Stelle e Lega si ispirano ai peggiori governi di destra della nostra storia recente, ma ogni giorno riescono a superarli in peggio. Lo abbiamo detto, opponendoci alla loro “manovra contro il popolo” a Roma lo scorso 29 dicembre e lo abbiamo ribadito in centinaia di piazze d’Italia il 12 gennaio. Io ero a Firenze per dire no alla manovra delle tasse e delle promesse mancate, insieme a tanti amici.

In Europa, i ministri “gialloverdi” non hanno fatto meglio. Non soltanto ci isolano ogni giorno di più facendo inutili guerre ai nostri partner storici, ma continuano a disertare le riunioni del Consiglio (dove siedono gli Stati dell’Unione) e gli incontri con gli eurodeputati italiani. Una situazione emblematica della loro approssimazione, di cui ho scritto in questo articolo sull’Huffington Post.

2. AL LAVORO IN PARLAMENTO.

Nicola DantiIniziamo con una buona notizia. La commissione Mercato interno del Parlamento europeo ha approvato il Programma sul Mercato Unico, di cui sono relatore. Con questa misura mettiamo in campo tante risorse per rafforzare il mercato europeo. In particolare, siamo riusciti a raddoppiare il sostegno economico alle PMI e ad inserire una linea di finanziamento specifica per la Sorveglianza di mercato dei beni in circolazione in Europa – altro dossier su cui sono al lavoro. Più risorse per difendersi dalla concorrenza sleale dei prodotti cinesi (e non solo) significherà consumatori più sicuri e aziende più libere di crescere!

Inoltre, abbiamo approvato la relazione sulla tutela del bilancio europeo in caso di carenze generalizzate dello stato di diritto nei Paesi membri.‬ Lo abbiamo fatto – ancora una volta – senza i voti degli eurodeputati leghisti e grillini, ancora uniti a fianco delle democrazie illiberali dell’est, contro la democrazia e contro i diritti dei cittadini. I 5 Stelle hanno mostrato la propria vera faccia anche durante il dibattito sulla Brexit, quando hanno lasciato vuoti i propri banchi… Forse dopo l’alleanza con Nigel Farage i grillini sono un po’ in difficoltà su questo tema! Il momento più emozionante, tuttavia, è stato quando insieme ad alcuni colleghi del Pd siamo andati a rendere omaggio ad Antonio Megalizzi, il giovane giornalista italiano rimasto vittima della follia terroristica nell’attentato a Strasburgo dello scorso dicembre.

3. LA GIORNATA DELLA MEMORIA.

Nicola DantiQuest’anno la Giornata della Memoria l’ho vissuta in un luogo simbolico, il binario 16 della stazione Santa Maria Novella di Firenze. Da qui nel 1943 oltre 300 ebrei fiorentini furono trasferiti in treno ad Auschwitz. È impossibile dimenticare ciò che accadde, ma è altrettanto importante ricordare come si arrivò all’Olocausto. L’intolleranza, i pregiudizi, la violenza, la libertà che a poco a poco viene a mancare. La nostra società non è immune da questi virus, e per questo dobbiamo continuare a denunciare chi dell’odio e dell’indifferenza fa ancora oggi la propria missione politica. Nelle stesse ore ho ricevuto la notizia delle minaccearrivate al Circolo Pd di Pisanova (Pisa) e al segretario Mario Iannella, alla Chiesa Evangelica Valdese e al Consiglio Pastorale Diocesano. Tutta la mia solidarietà a loro: proprio in concomitanza con la Giornata della Memoria occorre alzare la voce contro l’intolleranza e la violenza ancora presenti intorno a noi.

4. LA SITUAZIONE IN VENEZUELA.

Nicola DantiNei giorni scorsi abbiamo assistito allo svolgersi dei fatti in Venezuela, con la auto-proclamazione del nuovo presidente Juan Guaido, già a capo dell’Assemblea Nazionale, ultima istituzione eletta democraticamente e ultima speranza per il popolo venezuelano. Purtroppo abbiamo assistito anche al silenzio del governo gialloverde, nonostante vivano in quel paese più di 100.000 cittadini italiani. Il perché è chiaro: il Venezuela del dittatore Maduro è sempre stato un modello per i 5 stelle! Ricordiamo la visita dei parlamentari M5s ai funerali di Chavez, così come le parole di Di Stefano e Di Battista sul “grande sviluppo” del Venezuela chavista (che ha portato un intero popolo alla catastrofe economica ed umanitaria). Quello che i grillini dimenticano è che loro, per fortuna, non sono l’Italia: non possono tenere il nostro paese in questo vergognoso silenzio.

5. GLI INCONTRI SUL TERRITORIO.

Nicola DantiCome dicevo all’inizio, è stato un altro mese davvero frenetico. Tanti incontri su tutto il territorio dell’Italia centrale. Nelle Marche, dove ho visitato due importanti realtà del mondo delle start-up che tengono insieme manifattura, cultura, didattica e innovazione e dove ho incontrato gli amici di Montecosaro e Monteprandone. In Umbria, dove ho parlato delle sfide dell’Europa nella bellissima Todi, prima di visitarne l’importante Istituto agrario. E ovviamente in Toscana, prima nella provincia di Grosseto – Follonica, Montieri, Roccastrada e Grosseto centro – poi nella provincia di Arezzo a Castiglion Fiorentino e Camucia – e infine a San Miniato per la candidatura a Sindaco di Simone Giglioli. Sarà perché si tratta di regioni straordinariamente belle, ma girare per questo territorio per parlare del mio lavoro in Europa è sempre un grande piacere!

P.S. Nei giorni scorsi sono intervenuto in diretta su TgCom24 nella trasmissione “Cavoletti da Bruxelles”… A questo link potete rivedere la puntata!

P.P.S. Ho da poco rinnovato la mia pagina Instagram. Mi trovate anche lì come @nicoladantieu.

Un abbraccio,
Nicola Danti
BANDI E OCCASIONI DALL’EUROPA, QUESTO MESE VI SEGNALO LE SEGUENTI OPPORTUNITÀ:

Nicola Danti
1. Europa per i cittadini: candidature 2019 per le azioni “Memoria europea, gemellaggio di città, reti di città, progetti della società civile”.
Scadenze: Asse 1: 01/02/2019, per progetti aventi inizio tra il 1° luglio 2019 e il 31 marzo 2020 e 01/09/2019 per progetti aventi inizio tra il 1° febbraio e il 31 ottobre 2020;
Asse 2, Misura 1: 01/02/2019 per progetti aventi inizio tra il 1° luglio 2019 e il 31 marzo 2020 e 01/09/2019 per progetti aventi inizio tra il 1° febbraio e il 31 ottobre 2020;
Asse 2, Misura 2: 01/03/2019 per progetti aventi inizio tra il 1° settembre 2019 e il 29 febbraio 2020 e 01/09/2019 per progetti aventi inizio tra il 1° marzo e il 31 agosto 2020;
Asse 2 – Misura 3: 01/09/2019per progetti aventi inizio tra il 1° marzo e il 31 agosto 2020.
Per tutte le info: https://europacittadini.beniculturali.it/it/; per presentare proposte: per presentare proposte: https://eacea.ec.europa.eu/sites/eacea-site/files/call_2019_it_1.pdf

2. Corpo europeo di solidarietà: bando 2018.
Attività di solidarietà a tempo pieno svolta da giovani nel proprio Paese di residenza o all’estero. Bando rivolto alle organizzazioni pubbliche e private, che possono presentare candidature e partecipare a progetti di volontariato e di tirocini e lavori.
Per tutte le info e per presentare domanda: https://ec.europa.eu/youth/solidarity-corps_en.

3. Promozione Prodotti agricoli nel mercato interno e nei Paesi terzi.
Scadenza: 16/04/2019. Per tutte le info, per conoscere i beneficiari e per partecipare: https://ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities/portal/screen/opportunities/.

4. L’Europa nel palmo della mano: lancio della Citizens’ App.
È adesso disponibile una nuova applicazione mobile, progettata dal Parlamento europeo, per aiutare i cittadini a scoprire ciò che l’UE ha fatto, sta facendo e intende fare. Con uno sguardo alle prossime elezioni europee, la Citizens’ App consente a tutti, ovunque, di verificare i risultati raggiunti dall’UE, i lavori in corso, gli obiettivi futuri e di spiegare il ruolo del Parlamento europeo. L’applicazione dà accesso a informazioni e iniziative organizzate per argomento e per località. Può essere personalizzata ed è disponibile in ventiquattro lingue. La Citizens’ App può essere scaricata gratuitamente dall’App Store e da Google Play. Per maggiori info visita anche il sito “Cosa fa per me l’Europa”: https://what-europe-does-for-me.eu/it/portal.

Preferenze Privacy

Quando si visita questo sito, è possibile che le informazioni nel browser vengano archiviate da servizi specifici, in genere sotto forma di cookie. Qui puoi cambiare le tue preferenze sulla privacy. Il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza su questo sito e sui servizi che siamo in grado di offrire.

Leggi la Privacy Policy

Per ragioni di performance e sicurezza il sito utilizza Cloudflare
necessario
Abilita/disabilita Google Analytics
Abilita/disabilita Google Fonts
Abilita/disabilita video incorporati

Il sito utilizza cookies. Imposta le tue preferenze sulla Privacy e/o accetta l'utilizzo dei cookies.