Pensare Europei #44: Avanti… per l’Italia e per l’Europa!

Pensare Europei #44: Avanti… per l’Italia e per l’Europa!

Pensare Europei #44: Avanti… per l’Italia e per l’Europa! 3500 2333 Nicola Danti

Ciao, ben ritrovati.

Ci ritroviamo dopo qualche settimana e gli aggiornamenti che devo darvi sono davvero tanti, quindi partiamo subito. A seguire, come sempre, le segnalazioni dei bandi europei più interessanti.

 

1. IL RACCONTO DI QUESTO MESE DI LAVORO.

Nicola Danti

Come vi dicevo nella scorsa newsletter, sono stato relatore del parere del Parlamento sull’Atto europeo di cybersecurity, un testo che sarà fondamentale per la nostra sicurezza online. Ne parlo più approfonditamente in questa intervista su Affari Italiani. In questo mese si è parlato molto di due misure prese dall’aula di Strasburgo. Una positiva, ovvero la riforma del diritto d’autore che è finalmente stata approvata lo scorso 26 marzo. Le nuove regole sul copyright le nuove regole mirano a garantire equi compensi ad autori e creatori che sono la spina dorsale della cultura europea e rappresentano una fetta importante della nostra economia. Come ho scritto qui, non ci siamo fatti intimidire dalla campagna di disinformazione messa in atto da alcuni giganti del web intenzionati a far restare la Rete un “far west” senza regole. L’altra decisione, in questo caso negativa, ha riguardato l’ora legale. L’abolizione del “cambio delle lancette” a partire dal 2021 votata dal Parlamento è una scelta che non condivido e contro la quale mi sono battuto in aula. Infine, una misura che va a bilanciare uno dei tanti disastri del governo “gialloverde”: proprio ieri abbiamo approvato le nuove norme sul congedo parentale con l’obiettivo di conciliare meglio lavoro e famiglia. Mentre l’Europa fa passi avanti, l’Italia di Lega e 5 Stelle arretra stoppando i bonus per asili nido e baby sitter. Menomale che c’è l’Europa, insomma!

 

2. UN’ITALIA SEMPRE PIÙ ALLA DERIVA.

Nicola Danti

Gli ultimi dati economici raccontano un Paese in crisi : aumenta la disoccupazione, l’attività della manifattura italiana scende al punto più basso dal 2013 e il Pil si avvia verso il segno “meno”. Salvini e Di Maio hanno trovato un paese in ripresa e l’hanno devastato in appena 10 mesi. Anche per questo stanno provando a svendere l’Italia al migliore offerente… In questo caso, la Cina. L’obiettivo strategico del memorandum “Via della Seta” è trasformare l’Italia nel luogo di vacanza dei nuovi ricchi cinesi, al costo della svendita dei nostri asset strategici. Io penso invece che i nostri figli meritino di più, e che con la Cina occorre rapportarsi come Unione europea (qui ho provato a spiegarlo a una mia collega grillina). Quello con la Cina non è l’unico conflitto di interessi dei 5 Stelle: abbiamo infatti scoperto che Deliveroo, la società digitale per la consegna del cibo a domicilio – sponsorizzerà gli eventi della Casaleggio Associati. Dopo i voti in Parlamento europeo a favore delle grandi compagnie del web, un’altra conferma che i 5 Stelle sono davvero il partito delle lobby!
Il pessimo clima che si respira nella politica italiana è sfociato in un bruttissimo atto intimidatorio contro le sedi Anpi e Pd di Prato e nella manifestazione fascista di Forza Nuova del sabato successivo, incredibilmente lasciata svolgere da Salvini. Per fortuna esiste anche un’Italia, che non si piega ai seminatori di odio al governo. Lo abbiamo dimostrato in tanti, scendendo in piazza proprio a Prato, e lo ha dimostrato Firenze, che ha accolto il Ministro dell’Interno (venuto non per lavorare alla sicurezza della città ma per fare campagna elettorale agli amici) dicendo No al razzismo e No alle pagliacciate di Salvini.

 

3. L’IMPEGNO PER L’AMBIENTE.

Nicola Danti

Lo scorso 15 marzo ho partecipato anch’io allo sciopero internazionale per il clima lanciato dalla 16enne svedese Greta Thunberg. Quella piazza bellissima chiedeva risposte e impegni concreti da parte della politica.

Nicola Danti

Qualche giorno dopo in Parlamento abbiamo approvato la proposta di abolizione di piatti, posate e cannucce di plastica monouso (che rappresentano metà dei rifiuti presenti oggi nel mare) dal 2021. Avanti così per lasciare un pianeta migliore di quello che abbiamo trovato!

 

4.BREXIT.

Nicola Danti

Il 29 marzo (giorno che avrebbe dovuto segnare l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione) è arrivata la terza bocciatura per la Theresa May nel Parlamento britannico: ancora un rinvio, ancora incertezza, ancora nessuna risposta per i cittadini. Una vera e propria farsa che testimonia come l’unica conseguenza del populismo e del nazionalismo sia il caos, nient’altro che il caos! In questa confusione, voglio riproporvi le parole di sincero europeismo del mio collega scozzese Alyn Smith da brividi!

 

5. LE PRESENTAZIONI DI “EUROPA, AVANTI!”

Nicola Danti

Il mio nuovo libro è arrivato ed è sempre possibile scaricarlo gratuitamente sul mio sito. 100 pagine in cui racconto un po’ del lavoro svolto in questi cinque anni da parlamentare europeo e le ragioni per andare ancora avanti nel cammino dell’integrazione. Perché “il sogno dei nostri padri è l’orizzonte dei nostri figli”. Dopo la presentazione in Consiglio Regionale a Firenze (là dove tutto iniziò) on queste settimane ne ho parlato in tanti appuntamenti in giro per il territorio: da Vernio a Vicchio e Dicomano, da Chiusi a Bagno a Ripoli, da Perugia ancora a Firenze. Prossimi appuntamenti venerdì 5 a Viareggio e Lucca, sabato 6 a Tavarnelle, domenica 7 a Spoleto e Foligno, martedì 9 a Castiglione della Pescaia e Santa Fiora, mercoledì 10 a San Gimignano e Rosignano, giovedì 11 a Osimo e Jesi.

P.S. Ho aderito all’appello per salvare Radio Radicale. Senza questa voce la nostra democrazia sarebbe più debole ed è proprio questo l’obiettivo del governo.

 

Un abbraccio,
Nicola Danti

 

BANDI E OCCASIONI DALL’EUROPA, QUESTO MESE VI SEGNALO LE SEGUENTI OPPORTUNITÀ:

Nicola Danti
1. Giornate europee del patrimonio culturale
C’è tempo fino al 18 aprile 2019 per partecipare al bando European Heritage Stories, che mira a raccogliere storie e testimonianze che raccontino come le comunità locali concepiscono la dimensione europea del proprio patrimonio culturale. Almeno 10 progetti verranno finanziati: qui il link per i dettagli.

2. Bando per favorire gli studi nel campo giuridico-finanziario
Sostegno per progetti di studio o progetti di formazione volti a migliorare la tutela degli interessi finanziari dell’UE contro la frode e la corruzione. Aperto ad amministrazioni locali o istituti di ricerca, sono due i bandi – disponibili qui e qui – in scadenza il 15 maggio.

3. Premio “Impatto Orizzonte 2020”
Per la prima volta, la Commissione ha lanciato l’Horizon Impact Award, premio che celebra I più meritevoli progetti di ricerca finanziati dal programma Horizon 2020, con un voucher di €10,000 e cerimonia di premiazione a Bruxelles. Qui tutte le informazioni (in inglese): il termine ultimo per presentare le candidature è il 28 maggio.

4. Per le isole: nasce il RESPonsible Island Prize
Il nuovo concorso lanciato dalla Commissione premia le isole europee con una produzione di energia rinnovabile locale innovativa e sostenibile. Si parla di un montepremi di oltre 850,000 euro, quindi segnatevi la scadenza per le candidature nel calendario: 26 settembre. Maggiori informazioni qui (in inglese).

Preferenze Privacy

Quando si visita questo sito, è possibile che le informazioni nel browser vengano archiviate da servizi specifici, in genere sotto forma di cookie. Qui puoi cambiare le tue preferenze sulla privacy. Il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza su questo sito e sui servizi che siamo in grado di offrire.

Leggi la Privacy Policy

Per ragioni di performance e sicurezza il sito utilizza Cloudflare
necessario
Abilita/disabilita Google Analytics
Abilita/disabilita Google Fonts
Abilita/disabilita video incorporati

Il sito utilizza cookies. Imposta le tue preferenze sulla Privacy e/o accetta l'utilizzo dei cookies.