5 anni da Eurodeputato: i temi di cui mi sono occupato

5 anni da Eurodeputato: i temi di cui mi sono occupato

5 anni da Eurodeputato: i temi di cui mi sono occupato 800 800 Nicola Danti

In questi cinque anni di lavoro tra Bruxelles e Strasburgo, sono tanti i temi di cui mi sono occupato personalmente. Qui sotto trovate un breve riassunto delle principali iniziative, racchiuse in 3 macroaree: maggiori diritti per i consumatori; tutela e sostegno alle nostre produzioni e alle nostre PMI; un mondo digitale più giusto e più sicuro.

1. Maggiori diritti per i consumatori europei

  • Atto europeo di accessibilità per i cittadini europei diversamente abili
    Maggiori diritti per i cittadini diversamente abili: computer, cellulari, ma anche servizi bancari e terminali self-service dovranno rispettare requisiti di accessibilità, affinché tutti i cittadini europei possano utilizzarli al meglio. Un passo avanti verso un’Europa più giusta e a misura di tutti.
  • Norme su doppia qualità dei prodotti
    Lotta contro gli alimenti a doppia qualità: un prodotto con la stessa marca e confezione dovrebbe avere la stessa composizione in tutti i Paesi europei. Se vi sono differenze, queste devono essere indicate in maniera chiara. Tutti i cittadini hanno diritto a sapere con esattezza cosa stanno comprando, e servono etichette chiare e leggibili.
  • Tutele dei passeggeri nel settore ferroviario
    Rafforzati i diritti dei passeggeri dei treni: i ritardi devono essere compensati adeguatamente, con rimborsi fino al 100% del biglietto. Importante poi garantire assistenza gratuita alle persone con disabilità, affinché tutti possano fare un uso effettivo del trasporto pubblico.
  • Regolamento GDPR
    Abbiamo aggiornato le leggi sulla privacy, per renderle efficaci nel mondo di Internet e dei social network: chi tratta dati sensibili online, deve farlo in modo responsabile, tutelando il diritto alla riservatezza di ciascuno di noi. Un regolamento chiave di questa legislatura, che gli altri paesi nel mondo oggi ci invidiano e copiano.
  • Nuove norme per la sicurezza delle auto e inchiesta sullo scandalo Dieselgate
    Nella commissione di inchiesta del Parlamento europeo abbiamo approfondito con grande attenzione le ragioni alla base dello scandalo Dieselgate, che ha rivelato l’esistenza di un sistema di falsificazione delle emissioni delle vetture e di frode ai danni del consumatore. Le regole che abbiamo approvato rafforzano il ruolo delle autorità indipendenti di controllo, rendendo le norme più stringenti, a tutela dell’ambiente e della sicurezza dei consumatori.
  • Tetto massimo per le chiamate intra europee: il codice delle telecomunicazioni
    Telefonare all’interno dell’Unione Europea non può avere costi proibitivi: per questo, con il codice delle telecomunicazioni, abbiamo fissato un tetto massimo di 19 centesimi al minuto per le chiamate e di 6 centesimi per gli sms. Assieme all’abolizione dei costi del roaming, grandi risparmi per tutti i cittadini europei.
  • Portabilità dei contenuti online e fine delle discriminazioni geografiche
    Netflix, Sky, Spotify e tanti altri: da aprile 2018 possiamo viaggiare in tutta l’Unione e continuare a usufruire dei nostri servizi online preferiti se abbiamo un abbonamento regolarmente pagato nel proprio paese. Una semplificazione fondamentale, che ci rende tutti un po’ più europei. Allo stesso modo, il prezzo del biglietto di un concerto o la tariffa del noleggio di un’automobile dovranno essere uguali al di là del portale dove si effettua la transazione online.

2. Tutela delle nostre produzioni e sostegno alle PMI

  • Difesa delle nostre eccellenze: il “Made in”
    Ho sostenuto a più riprese l’approvazione della norma sull’indicazione di origine dei prodotti in commercio in Eu­ropa per tutelare i consumatori, difendersi dalla concorrenza sleale e per valorizzare il nostro “Made in Italy”: la battaglia continua!
  • Tutela delle Indicazioni geografiche nei trattati commerciali dell’UE
    Grazie ai nuovi trattati commerciali, abbiamo protetto un numero sempre maggiore di indicazioni geografiche, ribadendo l’importanza delle nostre eccellenze agroalimentari. Prosciutto Toscano, pecorino Romano, Chianti, Bolgheri e molti altri sono ora tutelati in Canada e Giappone, con importanti benefici economici per i produttori locali.
  • Aumento dei finanziamenti europei per le PMI attraverso il Programma per il Mercato unico
    Come relatore del Programma Mercato unico, ho fatto in modo che i fondi UE a disposizione delle PMI fossero incrementati ad oltre 3 miliardi di euro. Un’importante aggiunta al budget dell’Unione, per assicurare la crescita e l’internazionalizzazione delle imprese locali, vero motore della nostra economia.
  • Lotta ai prodotti non sicuri con il Regolamento sulla Sorveglianza di mercato
    Troppi prodotti che circolano nell’UE non rispettano le regole: un giocattolo difettoso può ferire seriamente un bambino; il caricatore di
    un telefonino, se fabbricato male, rischia di esplodere. Spesso questi prodotti vengono da mercati extra-UE: avremo dunque maggiori controlli per tutti i prodotti e più attenzione ai prodotti venduti online, per garantire i consumatori e tutelare le imprese che rispettano le regole.
  • Estensione della tutela delle Indicazioni geografiche ai prodotti non agricoli
    Durante questi anni, mi sono fatto promotore dell’estensione del sistema delle indicazioni geografiche anche ai prodotti non-agricoli: l’UE non dovrebbe tutelare solo il Chianti o l’olio Toscano, ma anche il marmo di Carrara, il vetro di Murano e tante altre produzioni artigianali. Le eccellenze devono essere riconosciute e protette adeguatamente in tutti i settori della nostra economia.

3. Un mondo digitale più giusto e più sicuro

  • Relazione sull’economia collaborativa
    L’economia collaborativa mi ha molto impegnato in questi anni: sono stato relatore di una relazione del Parlamento, e ho promosso numerose iniziative sul tema. Questo modello economico infatti offre grandi opportunità di crescita, ma presenta anche alcune sfide che devo essere affrontate: si pensi ai diritti dei rider di Deliveroo o agli abusi di Uber. Dico sì all’innovazione, ma con regole chiare e giuste.
  • Regole più eque per le grandi piattaforme online
    Siamo intervenuti per riequilibrare i rapporti di potere tra le grandi piattaforme, come Booking o Amazon, e gli utenti commerciali (il B&B o l’artigiano che vende online). Abbiamo reso più trasparenti le relazioni tra piccoli operatori e giganti del web e assicurato una giusta concorrenza tra piattaforme. E i vantaggi, alla fine, sono per i consumatori: prezzi più bassi e maggiore scelta.
  • Tutela del Diritto d’autore (Copyright)
    I colossi digitali come Google o Facebook hanno per anni monetizzato i contenuti prodotti da altri (giornalisti, musicisti, fotografi, cantanti). Le nuove regole sul diritto d’autore non rappresentano alcun attacco alla libertà di internet, ma semplicemente proteggono i creatori dallo stra-potere dei giganti del web, consentendo loro di ottenere un adeguato riconoscimento per il proprio lavoro.
  • Lotta alle fake news
    Le fake news sono una minaccia seria per la democrazia, perché ingannano i cittadini e impediscono loro di prendere decisioni informate e autonome. Abbiamo quindi adottato una serie di misure per combattere la diffusione di notizie false, responsabilizzando maggiormente le piattaforme e garantendo competizioni elettorali trasparenti e democratiche.
  • Sicurezza del web
    Oggi tutto ruota intorno a Internet, dall’elettricità al settore finanziario, dai trasporti all’alimentazione. Grazie alla approvazione della prima direttiva europea sulla sicurezza informatica ed ora all’atto europeo sulla cybersicurezza, abbiamo rafforzato le tutele per cittadini e imprese, creando reti informatiche sicure e capaci di rispondere a potenziali attacchi da parte di hacker. Per un’Europea più sicura anche nel mondo digitale, dove si svolge una parte sempre maggiore della nostra vita.
Preferenze Privacy

Quando si visita questo sito, è possibile che le informazioni nel browser vengano archiviate da servizi specifici, in genere sotto forma di cookie. Qui puoi cambiare le tue preferenze sulla privacy. Il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza su questo sito e sui servizi che siamo in grado di offrire.

Leggi la Privacy Policy

Per ragioni di performance e sicurezza il sito utilizza Cloudflare
necessario
Abilita/disabilita Google Analytics
Abilita/disabilita Google Fonts
Abilita/disabilita video incorporati

Il sito utilizza cookies. Imposta le tue preferenze sulla Privacy e/o accetta l'utilizzo dei cookies.