Il Ceta visto da un supermercato canadese

Il Ceta visto da un supermercato canadese

Il Ceta visto da un supermercato canadese 370 464 Nicola Danti

Arrivato in Canada per una missione istituzionale del Parlamento, ne ho approfittato per fare un giro in un supermercato e vedere coi miei occhi la realtà dei prodotti italiani (e presunti tali) venduti oggi in questo paese.

Ecco cosa ho trovato: “Mozzarella”, “Provolone”, “Parmesan”, “Asiago”, “Fontina” made in Canada, ma anche tanti prodotti italiani veri. Segno che c’è grande interesse per i nostri prodotti tipici, ma nessuna garanzia in loro difesa.

Con l’approvazione del #Ceta, invece, saranno protette 41 indicazioni geografiche italiane, le principali, che rappresentano oltre il 95% del nostro export agroalimentare in Canada.  

Grazie a questo accordo, i falsi che oggi abbondano nei supermercati avranno vita dura, a tutto beneficio dei veri prodotti italiani che godranno dell’abbattimento dei dazi e che saranno più competitivi in un mercato che li richiede sempre di più.

Preferenze Privacy

Quando si visita questo sito, è possibile che le informazioni nel browser vengano archiviate da servizi specifici, in genere sotto forma di cookie. Qui puoi cambiare le tue preferenze sulla privacy. Il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza su questo sito e sui servizi che siamo in grado di offrire.

Leggi la Privacy Policy

Per ragioni di performance e sicurezza il sito utilizza Cloudflare
necessario
Abilita/disabilita Google Analytics
Abilita/disabilita Google Fonts
Abilita/disabilita video incorporati

Il sito utilizza cookies. Imposta le tue preferenze sulla Privacy e/o accetta l'utilizzo dei cookies.