In corteo a Firenze per celebrare il 25 aprile

In corteo a Firenze per celebrare il 25 aprile

In corteo a Firenze per celebrare il 25 aprile 960 960 Nicola Danti

Oggi, prima di ripartire alla volta di Bruxelles, ho voluto partecipare come ogni anno alle celebrazioni 25 aprile, a Firenze, in corteo da Piazza dell’Unità Italiana a Piazza della Signoria.

Per me il ricordo della Resistenza ha il volto di mio nonno Beppe detto “Braccioforte” capo della Brigata Perseo, di mia nonna Vezia sua giovane sposa che accudiva mia mamma piccola e preparava il cibo per la brigata sul monte Secchieta.

Ha il volto dei miei bisnonni: Vittorio, che con la schiena curva lavorava giorno e notte per tirar fuori un po’ di cibo dalla terra avara di Ferrano, ed Elena, combattiva da rischiare talvolta la vita nel suo fronteggiare i soldati tedeschi.

Oggi come ogni anno ho sfilato al corteo anche per loro, uomini e donne semplici che sentirono dentro di sé l’imperativo di lottare e di rendere più giusto il loro paese. Quello stesso imperativo che sentiamo oggi noi, in un contesto sicuramente diverso, meno pericoloso, ma altrettanto importante: rendere la nostra democrazia più forte, più semplice, più all’altezza del nostro tempo. Questo è il senso delle riforme, questo è – fuori dalla retorica – anche il senso del 25 aprile. Buona festa della Liberazione a tutti!

25a2

25a3

Preferenze Privacy

Quando si visita questo sito, è possibile che le informazioni nel browser vengano archiviate da servizi specifici, in genere sotto forma di cookie. Qui puoi cambiare le tue preferenze sulla privacy. Il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza su questo sito e sui servizi che siamo in grado di offrire.

Leggi la Privacy Policy

Per ragioni di performance e sicurezza il sito utilizza Cloudflare
necessario
Abilita/disabilita Google Analytics
Abilita/disabilita Google Fonts
Abilita/disabilita video incorporati

Il sito utilizza cookies. Imposta le tue preferenze sulla Privacy e/o accetta l'utilizzo dei cookies.