Gruppo di sindaci toscani a Bruxelles

Gruppo di sindaci toscani a Bruxelles

Gruppo di sindaci toscani a Bruxelles 1252 846 Nicola Danti

Una delegazione di sindaci toscani mi ha raggiunto a Bruxelles per una “tre giorni” formativa sui fondi UE e sul rapporto tra enti locali ed istituzioni comunitarie.

Il gruppo, formato da circa 20 sindaci provenienti da diverse province toscane, ha partecipato ad una serie di incontri dedicati in particolare alle modalità di recepimento dei finanziamenti comunitari, tema quanto mai attuale visti i vincoli di spesa che i comuni sono costretti a rispettare ogni giorno nella propria attività amministrativa.

Dopo un primo giorno dedicato alla visita istituzionale del Parlamento, il gruppo ha visitato gli uffici della Regione Toscana a Bruxelles. In questa sede, i sindaci hanno preso parte a una serie di approfondimenti volti a far conoscere il ruolo svolto dalla regione in Europa: dal ruolo svolto nel Comitato delle regioni alla partecipazione ai numerosi network regionali europei. Di seguito, i sindaci hanno potuto scoprire le principali novità e priorità della Programmazione 2014-2020 dei fondi strutturali per quanto riguarda la nostra regione. Particolare attenzione è stata riservata alle modalità pratiche e alle procedure attraverso le quali potervi accedere in modo efficace. La delegazione di sindaci, attraverso il confronto coi funzionari del Parlamento e della Commissione Europea, ha inoltre ricevuto un report dettagliato sulle novità introdotte dal Piano d’investimenti Juncker e sulle potenziali ricadute per i nostri territori.

Il rapporto coi territori è un tema chiave per ridare slancio al sogno europeo. Spesso di Europa si parla a sproposito evidenziandone solo i lati negativi e burocratici. La verità è che l’Europa è prima di tutto una grande fonte di opportunità per i nostri territori. Per questo ho voluto invitare e mettere a disposizione di questo gruppo di sindaci una serie di strumenti e di conoscenze in grado di aiutarli nella loro attività amministrativa quotidiana. Solo grazie a loro sarà possibile ridurre le distanze tra UE ed enti locali.

Iniziative come questa possono essere una grande occasione per capire e vedere in prima persona come l’Unione Europea può aiutare i nostri comuni, per capire meglio come la dimensione locale (con l’importante ruolo di raccordo dall’ufficio regionale a Bruxelles) e quella europea possano sostenersi e rafforzarsi a vicenda. Un’iniziativa, questa, che speriamo di replicare il prossimo anno anche con altri amministratori.

Preferenze Privacy

Quando si visita questo sito, è possibile che le informazioni nel browser vengano archiviate da servizi specifici, in genere sotto forma di cookie. Qui puoi cambiare le tue preferenze sulla privacy. Il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza su questo sito e sui servizi che siamo in grado di offrire.

Leggi la Privacy Policy

Per ragioni di performance e sicurezza il sito utilizza Cloudflare
necessario
Abilita/disabilita Google Analytics
Abilita/disabilita Google Fonts
Abilita/disabilita video incorporati

Il sito utilizza cookies. Imposta le tue preferenze sulla Privacy e/o accetta l'utilizzo dei cookies.