Un mio articolo sui vergognosi voti dei grillini contro l’Italia

Un mio articolo sui vergognosi voti dei grillini contro l’Italia

Un mio articolo sui vergognosi voti dei grillini contro l’Italia 400 400 Nicola Danti

Su Democratica di oggi parlo dei due vergognosi voti espressi dai colleghi del Movimento 5 Stelle in questa plenaria di Strasburgo: prima contro l’adozione di un sistema anti-dumping a tutela delle nostre imprese e poi contro la riforma del sistema di Dublino su immigrazione e diritto d’asilo. Contro l’Italia, come sempre in linea con la peggiore destra europea.

Qui l’edizione completa: https://www.partitodemocratico.it/democratica-issues/2017-11-17.pdf

Qui l’articolo: https://www.democratica.com/opinioni/voti-litalia-dei-5-stelle-della-lega-bruxelles/

Antidumping e Dublino: i voti contro l’Italia dei 5 stelle

Loro continuano a sostenere di essere oltre i vecchi schieramenti politici. Qualcuno ancora si ostina a considerarli un partito di sinistra. Altri li descrivono addirittura come i veri alfieri del nostro interesse nazionale. Eppure, basta osservare come si comporta la delegazione del M5S al Parlamento europeo per comprendere la loro vera natura. Questa settimana i colleghi a 5 Stelle hanno dimostrato una volta per tutte di essere contro gli interessi dell’Italia, in linea con la peggiore destra europea.

Nella plenaria appena conclusa siamo stati chiamati a votare su due dossier molto importanti per l’Italia: l’adozione di un sistema anti-dumping a beneficio delle imprese europee nel mercato globale e la riforma del Regolamento di Dublino. Gli eurodeputati del M5S hanno votato contro entrambi i provvedimenti, come quasi sempre accade quando si tratta di raggiungere risultati concreti per il nostro paese. Niente di nuovo, quindi, ma proviamo a immaginare cosa sarebbe successo se la maggioranza del Parlamento avesse votato come loro.

Partiamo dalle nuove regole anti-dumping. Le imprese europee si trovano ogni giorno a fare i conti con la concorrenza sleale dei produttori extra-Ue, Cina in primis. Con le norme appena approvate l’Europa si potrà dotare di un sistema in grado di contrastare i comportamenti sleali sempre più frequenti nel mercato globale. È stata una dura battaglia che abbiamo vinto a dispetto di chi un anno fa sosteneva l’ineluttabile concessione dello status di economia di mercato alla Cina. Se l’intero Parlamento avesse fatto come i colleghi grillini, sottraendosi alle proprie responsabilità e votando contro, oggi i nostri mercati rischierebbero di trovarsi indifesi di fronte alla concorrenza sleale cinese e non solo.

La vergogna più grande, tuttavia, è avvenuta ieri, quando siamo stati chiamati al voto sulla riforma del tanto discusso Regolamento di Dublino su immigrazione e diritto d’asilo. Tra le novità introdotte, la più importante è il superamento del criterio del “primo ingresso” che ha penalizzato fortemente i paesi come l’Italia negli ultimi anni. Adesso toccherà al Consiglio mettere in atto questa linea, ma si tratta già di un passo avanti politico importantissimo. Eppure, il gruppo del M5S ha preferito votare contro: contro l’Italia anche nel campo su cui hanno sparso tanto veleno virtuale, quello dell’immigrazione.

Questi due voti, insomma, fotografano perfettamente la differenza tra chi in Europa e in Italia porta a casa risultati concreti, e chi preferisce stare a guardare… tifando magari per la squadra avversaria.

Gli onorevoli ex “onesti” useranno certo tante parole per giustificarsi. Le chiacchiere non mancheranno, e anzi sono destinate a moltiplicarsi nei prossimi mesi di campagna elettorale. Ma i fatti, come i voti, quelli restano. Ed è su questi che ogni giorno dobbiamo continuare a differenziarci da chi come il M5S non fa altro che dimostrare continuamente la propria inadeguatezza ad ogni livello di governo.

Preferenze Privacy

Quando si visita questo sito, è possibile che le informazioni nel browser vengano archiviate da servizi specifici, in genere sotto forma di cookie. Qui puoi cambiare le tue preferenze sulla privacy. Il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza su questo sito e sui servizi che siamo in grado di offrire.

Leggi la Privacy Policy

Per ragioni di performance e sicurezza il sito utilizza Cloudflare
necessario
Abilita/disabilita Google Analytics
Abilita/disabilita Google Fonts
Abilita/disabilita video incorporati

Il sito utilizza cookies. Imposta le tue preferenze sulla Privacy e/o accetta l'utilizzo dei cookies.