Un’Italia che cambia può cambiare anche l’Europa

Un’Italia che cambia può cambiare anche l’Europa

Un’Italia che cambia può cambiare anche l’Europa 600 490 Nicola Danti

Ieri è stata una di quelle giornate in cui viene difficile trattenere la soddisfazione per il percorso di riforme intrapreso dall’Italia negli ultimi due anni (dopo un ventennio di immobilismo). Un cammino che ieri si è fatto concreto, con l’approvazione definitiva della Riforma Costituzionale alla Camera. Un’Italia che dimostra finalmente di sapersi rinnovare è prima di tutto un’Italia più credibile in Europa.

Proprio ieri, poche ore prima, il rappresentante del governo presso l’Ue Carlo Calenda aveva incontrato noi eurodeputati italiani qui a Strasburgo. Ciò che emerso è il grande impegno dell’Italia sui due punti chiave dello scenario continentale: emergenza migranti e competitività del nostro sistema produttivo nel mondo. Il governo italiano è in prima linea nella sfida per salvare Schengen e rafforzare le frontiere esterne dell’Unione, così come nella partita per un’Europa più attenta alla salvaguardia delle proprie produzioni di qualità. Sta a noi sostenere questo impegno in Parlamento, lavorando pancia a terra su questi dossier.

Un’Italia che cambia può cambiare anche l’Europa #‎lavoltabuona

Preferenze Privacy

Quando si visita questo sito, è possibile che le informazioni nel browser vengano archiviate da servizi specifici, in genere sotto forma di cookie. Qui puoi cambiare le tue preferenze sulla privacy. Il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza su questo sito e sui servizi che siamo in grado di offrire.

Leggi la Privacy Policy

Per ragioni di performance e sicurezza il sito utilizza Cloudflare
necessario
Abilita/disabilita Google Analytics
Abilita/disabilita Google Fonts
Abilita/disabilita video incorporati

Il sito utilizza cookies. Imposta le tue preferenze sulla Privacy e/o accetta l'utilizzo dei cookies.